Schiavonea ::: La Marina di Corigliano Calabro

lungomarenotte
Provenendo sia da nord che da sud si capisce subito, dal meraviglioso paesaggio, quando si è arrivati a Schiavonea.
Abbracciata e coccolata dai Monti del Pollino e della Sila e profumata dall’odore delle zagare dove nascono le famose clementine, Schiavonea, si rispecchia nelle acque del suo splendido mar ionio.
Proprio come una bella signora, che tiene molto al suo aspetto, mantenendosi sempre splendida e giovane.
Questo è dovuto anche alla sua posizione geografica e al suo clima temperato dove si può fare vacanza, veramente, 365 giorni all’anno. In estate, infatti, il caldo torrido viene stemperato dalla frescura dei monti che la circondano e, ovviamente, dalle acque del suo mare, mentre in inverno, solo il mese di febbraio è il più freddo, è il momento ideale per assaporare i prodotti tipici locali sia marinari che montani.
Insomma, Schiavonea, per 365 giorni all’anno non si fa mancare nulla e offre molto a chi l’ama e a chi desidera trascorrere momenti indimenticabili durante le proprie vacanze.
Il territorio di Schiavonea, si estende per più di 10 km di costa, comprendendo le località, a iniziare da nord verso sud, contrada Foggia, Ricota Grande, Salice e Fabrizio e, grazie al suo splendido mare e alle sue spaziose e sabbiose spiagge, è la zona più frequentata del Litorale Jonico Cosentino.
Questo anche per le strutture turistiche, il bellissimo e lunghissimo lungomare dove vi ci si ritrovano giovani e meno giovani, famiglie con bambini, dove trovano vari tipi di attrazione, e ancora, i tanti locali notturni, i lidi e ritrovi dei giovani che animano la vita notturna della Piana di Sibari, e non solo.
Schiavonea ha una vita marinara ben viva, grazie a centinaia di pescatori attivi sulle piccole barche o sui pescherecci che affollano il grande porto.
Dopo Gioia Tauro è il porto più grande della calabria, ed è situato a Nord della città,. Grazie a questa colossale opera ingegneristica, la pesca ha assunto connotati di vera e propria industria con una produzione, molto fiorente. Il porto ha anche un area attrezzata per l’attracco delle navi mercantili e da crociera. Infatti per le navi da crociera è punto di partenza per la Grecia e altri paesi dell’oriente. Durante la sosta, nel porto, i turisti crocieristi, vengono portati a visitare oltre che Schiavonea, anche i paesi del vasto territorio del Litorale Jonico Cosentino.
Schiavonea ha anche una storia, con un bellissimo centro storico, tipico dei borghi marinari, con viuzze strette e parallele che sfociano appunto tutte verso il mare o le piazzette della marina.
Schiavonea nel 1500 era conosciuta come Marina del Cupo, ed era un importante centro di raccolta per grano e olio.
La vita si svolgeva intorno ad un grande edificio che serviva da magazzino, ” La Taverna” e ad una torre di guardia ” La Torre del Cupo”. La torre del Cupo, serviva per difendere il territorio dalle incursioni Saracene.
La pesca veniva praticata dagli abitanti e dai marinai che arrivavano su “Vascelli” provenienti da Taranto, Gallipoli e Otranto.
Nel 1600 furono istituite le due fiere annuali dette: dell’ ascensione e dei morti che attiravano migliaia di visitatori, dalla possibilità di fare buoni affari e dalla devozione verso la Madonna Nera di Schiavonea; tradizioni, queste, che ancora dopo più di 400 anni, si mantengono vivi.
Nel 1850 il Barone Luigi Compagna fece costruire il Palazzo delle Fiere, detto “il Quadrato”, con vicino le “Pile” adibite a misurazione dell’ olio.
Subito dopo apparvero le prime case in muratura e la località cominciò a popolarsi.
La chiesa “Santa Maria ad Nives” fu eretta sulla vecchia chiesa di San Leonardo, esistente sul territorio fin dal seicento.
Oggi questa chiesa è stata affiancata da un’ altra di nuova progettazione, edificata negli anni 2000, questa molto più grande della prima che adesso, oltre ad essere dedicata a San Leonardo, è sede anche della Madonna Nera della Schiavonea.
A Schiavonea, Santa Maria ad Nives (Madonna della Neve) viene festeggiata il 4 e il 5 Agosto, in questo periodo la città si anima, oltre che di preghiere e pellegrinaggi, anche di tradizioni, folklore, e tante manifestazioni.
Nel mese di agosto, e quindi ad iniziare da questa occasione, la città di Schiavonea arriva a superare i 100 mila abitanti dei suoi normali 20mila.
Schiavonea è punto di partenza per luoghi storicamente famosi della storia Greco-Romana, con Località Bizantine e Normanne; da qui infatti si può arrivare a vistare L’ antica Sibari 720 a.C con i suoi scavi e museo, poi Corigliano Calabro con l’ imponente Castello Ducale di origine Normanna e la vicino Rossano, la città Bizantina con sede del Museo che ospita il Codice Purpureo e anche città della Liquirizia Amarelli.
Gli abitanti di Schiavonea e del Litorale Jonico Cosentino, gente ospitale e cordiale, vi aspettano per farvi trascorrere momenti di pieno relax nel puro divertimento.