Corigliano Calabro::::IL PARCO DEL CORIGLIANETO PER FARE TORRENTISMO

acoriglianeto1Il Coriglianeto regala uno scenario tra i più belli, dov’è possibile praticare trekking e torrentismo.

Il Coriglianeto nasce a quota 800 mt., nei pressi di San Giacomo D’Acri (Ai confini settentrionali della Sila Greca, con una serie di colline boscose che si intersecano fra loro. I profili orografici sono quelli tipici appenninici, con profondi valli scavate da numerosi corsi d’acqua e con presenza di altri fenomeni di erosione) termina, dopo aver percorso 20 km, nel Mare Ionio.

Questo Torrente rappresenta di sicuro una delle emergenze ambientali più degne di essere visitate, si sviluppa tra montagne che sembrano mettere in atto giochi di equilibrio tra colori immutabili o varianti secondo la tavolozza che madre natura mantiene integra in questo angolo di Corigliano Calabro.

acoriglianeto7L’ambiente offre uno scenario bellissimo, dove si osserva sia l’azione corrosiva delle acque, che ha inciso stupendi capolavori nella pietra, sia l’azione erosiva che ha creato strapiombi e verticalità.

Durante i percorsi si trovano, macigni di pietra scivolosi incastrati fra le acque cascatelle e piccoli laghetti, piccole pareti da scavalcare e passaggi più larghi si alternano strettoie,  mentre di tanto in tanto grossi massi incastrati e tronchi d’albero movimentano lo scenario, creando degli scorci di orrida bellezza.

Habitat ideale per falchetti e aquilotti e per piante tipiche ed uniche,così come offre per un verso una galleria di sculture naturali.

acoriglianeto3L’ambiente è spettacolare soprattutto la “Conca del Coriglianeto”, una piscina creata da madre natura, con cascate dove è possibileacoriglianeto4 fare idromassaggi al naturale.

La salita integrale verso San Giacomo richiede una buona esperienza alpinistica oltre che l’abitudine al torrentismo, la stagione ideale va da Marzo sino a Novembre, durante il percorso si incontrano la Valle dei Mulini, la Fabbrica del Ghiaccio, la Centrale Elettrica, la Conca del Coriglianeto e poi case  costruite dagli agricoltori di un tempo che di questo torrente ne facevano uso per le loro colture.

CORIGLIANOTURISMO organizza per temerari e non appuntamenti per escursioni lungo il corso del Coriglianeto verso le ripide delle vallate e percorsi piu’ facili.

acoriglianeto6Durante i percorsi si evince quanto i pastori hanno amato e abiacoriglianeto5tato questo luogo sia per l’agricoltura e anche per svernare nei versanti esposti a sud, le rocce  e le valli del Coriglianeto  sono state frequentate da greggi che trascorrevano l’inverno in piccole e confortevoli grotte, i pastori inoltre costruivano raccoglitori d’acqua e sentieri strapiombanti, utilizzando rami che fungevano da ponti per raggiungere i terrazzi erbosi.

acoriglianeto2

Inoltre le forti correnti del Coriglianeto hanno permesso di far costruire dei Mulini dove hanno dato la possibilità ad alcune  famiglie di intraprendere le prime attività imprenditoriali a Corigliano e di far costruire una centrale elettrica che forniva corrente al Castello Ducale.